TRI ?
schermata-2016-11-08-alle-17-11-31

TRI…
La fase finale del progetto prevede la traversata dell’Atlantico in solitario su un’imbarcazione di oltre 13 metri governabile in totale autonomia. Impossibile? Certamente difficile, ma non impossibile.
Il progetto prevede almeno 12 mesi in mare in solitario nel Mediterraneo, per abituarmi ai cicli del sonno e alla vita di bordo e per potermi dedicare alla messa a punto e a quegli accorgimenti utili alla personalizzazione dell’imbarcazione rispetto alle mie esigenze pratiche. Dovrò lavorare molto sull’alimentazione, sulla mia cura della persona, ma anche sull’ordinaria manutenzione e “allenarmi” continuamente per raggiungere ogni angolo della barca anche in navigazione.

Il viaggio: la linea verde indica la prima parte di navigazione verso la Florida, Stati Uniti, mia meta d’arrivo. Partirò da Trieste alla volta di Genova, poi dirigerò verso lo Stretto di Gibilterra e raggiungerò Tenerife, dove sosterò qualche giorno in attesa di partire per la fase finale del progetto TRI, ovvero la traversata Atlantica in solitario.
L’attraversata avrà inizio da Tenerife nel mese di novembre e spero all’interno di una regata che negli ultimi anni sta affascinando velisti di tutto il mondo e parlo della oramai famosa ARC.
Una volta raggiunta la Florida, sosterò per circa 3 mesi per poi spostarmi, in Primavera, nel golfo di New York per fare rifornimenti e ripartire per la traversata di ritorno, transitando per le isole Azzorre, proseguendo verso lo stretto di Gibilterra dove imbarcherò alcuni ospiti ed un video reporter con i quali effettuare l’ultima parte della navigazione, che si concluderà in pompa magna all’Arsenale di Venezia, per raccontare i lunghi mesi passati in mare.
Il diario di bordo: l’imbarcazione sarà dotata di telecamere che riprenderanno buona parte della vita di bordo in modo da raccogliere tutta una serie di informazioni e dati utili per studiare, successivamente, il modo di migliorare l’imbarcazione e per offrire nuovi spunti al settore cantieristico mondiale.

328122_2187856347370_49038987_o
My Dream is TRI si concluderà lasciando entrambe le imbarcazioni che saranno di proprietà/gestione del Sailability onlus (www.sailability.it) a disposizione dell’unione solidale di diverse associazioni che faranno parte del progetto #sailinclusive.
TRI ?